Meglio ex-novo o ristrutturazione?

Voglio una casa costruita da zero così me la faccio come dico io!

Questo è quello che mi ha detto il signor Marco T. quando mi ha chiesto di aiutarlo a trovare una nuova abitazione in cui andare a vivere.
Desiderio più che legittimo, inizio la ricerca di cantieri residenziali, sia di prossima apertura che già avviati. Ne trovo 3 o 4 nel raggio di 50 km dalla casa dei suoi genitori, oltre non vuole allontanarsi per motivi familiari.

Visitiamo il primo cantiere. Il progetto è bello, saranno residenze in classe A, ci sono vicino scuole mezzi e servizi, tutto costruito recentemente, il signor Marco è entusiasta, almeno fino a che il costruttore non gli dice il prezzo, in quel momento sbianca, si alza e dice cortesemente che prenderà seriamente in considerazione la cosa. E’ un addio.

Secondo cantiere. Meno caro ma sperduto in campagna, l’impresario sostiene che a breve sorgerà una nuova cittadina lì intorno. Non è stato abbastanza convincente.

Terzo cantiere. E’ perfetto per le esigenze del mio cliente, se non fosse che il prezzo ancora una volta è troppo alto.

Tornando verso casa il sig. Marco è piuttosto irritato, mi accusa di aver scelto solo edificazioni costose e lontane dalla città. Gli spiego che in realtà i cantieri che abbiamo visto sono perfettamente nella media delle nuove costruzioni e decido di portarlo in un altro cantiere. Gli anticipo già che si trova in una zona molto bella, servita da diverse linee di mezzi pubblici, con molti spazi commerciali e tanto verde nonostante il centro sia a soli 5 minuti di passeggiata.
Entriamo nell’ufficio vendite, parlo io, chiedo al rappresentante di descrivere l’intervento, ovviamente è una presentazione super. Il signor Marco ha gli occhi illuminati, a quel punto chiedo di poter vedere i prezzi e lì si chiude la nostra visita, l’appartamento più piccolo superava di gran lunga il milione di euro.

Questo è un cantiere costoso dico al mio cliente, annuisce.

Ma allora come faccio ad avere una casa come la voglio io? Mi chiede.

Prima di tutto occorre avere le idee abbastanza chiare sul budget, mi dica quanto vuole spendere e tra qualche giorno la chiamo per vedere altri appartamenti.
Chiarito tutto torno in ufficio e mi metto subito al lavoro, trovo un appartamento in vendita a 400 mt. dalla casa dei genitori del sig. Marco, è da ristrutturare ma il prezzo e la potenzialità sono ottimi. Lo so, il cliente voleva assolutamente una nuova costruzione ma sono sicuro che cambierà idea.
Fisso un appuntamento con l’agente immobiliare e mi organizzo con il sig. Marco senza anticipargli niente.

E’ molto sorpreso quando parcheggio la macchina davanti al luogo da visitare. Si aspettava andassimo in un cantiere invece entriamo in un palazzo che già conosceva in quanto vicino a casa dei suoi genitori.
L’agente ci fa entrare nell’appartamento, e prima che qualcuno dica qualcosa guido il sig. Marco attraverso i locali spiegandogli in che modo potremmo intervenire per trasformare quella vecchia casa nell’abitazione che lui desidera. Inizialmente è ritroso ma poi si scioglie, capisce le potenzialità, diventa propositivo e alla fine del giro sembra entusiasta.

Ritornando verso casa sua lo vedo pensieroso, mi dice “chissà quanto costeranno tutte quelle modifiche, alla fine verrà a costare come una casa nuova”
Gli chiedo fiducia e propongo di lasciarmi stendere una analisi dei costi indicativa sulla base di quanto ci siamo detti.

Così dopo una settimana ci rivediamo, gli mostro una bozza di progetto e i costi per realizzarlo. Il totale compreso l’acquisto della casa rientra nel suo budget, la distribuzione rispecchia in gran parte i suoi desideri, su alcune cose si è dovuto per forza mediare ma sono trascurabili.
Gli faccio notare come questa operazione gli faccia risparmiare circa 25.000 euro rispetto alla più economica delle case da realizzare che avevamo preso in considerazione.
Il signor Marco è molto soddisfatto, mi dice che farà subito un’offerta all’agenzia immobiliare per bloccare la casa.
Prima di andare mi fa un’ultima domanda: perché c’è tutta questa differenza tra una casa ristrutturata e una nuova edificazione?

Beh prima di tutto si sta mettendo a confronto una casa nuova con una già esistente quindi parliamo di materiali nuovi, strutture appena realizzate ecc. Quindi se io vado a vendere un prodotto nuovo lo metto sul mercato ad un prezzo sicuramente superiore a quello ”usato”, poi le nuove edificazioni hanno una serie di spese da ammortizzare.
Oggi costruire da zero costa parecchio, la creazione di sotto-servizi come fognature, linee di alimentazione di gas, corrente elettrica, fibra ottica, portare le strade, l’illuminazione pubblica, sono tutti costi che il comune fa pagare caro tramite gli oneri di urbanizzazione.
Seppure la costruzione in sé costi meno di quanto si andrebbe a pagare un appartamento esistente le spese comunali fanno lievitare i costi e i costruttori alzano di conseguenza i prezzi.

Alla fine la proposta è stata accettata, abbiamo fatto i lavori e oggi il sig. Marco vive nel suo “nuovo” appartamento ristrutturato.

Ti ho raccontato questa esperienza non perché abbia qualcosa contro chi vuole comprare case di nuova edificazione o perché sia contro i costruttori che le realizzano, ma per farti capire che spesso si possono ottenere risultati ottimi con lo stesso budget se non addirittura inferiore, ecco qualche consiglio utile per chi vuole acquistare la casa ma è ancora indeciso se lanciarsi su una nuova costruzione oppure valutare la ristrutturazione di un immobile già esistente:

  1. Stabilisci un budget, pensa a quanto vuoi investire nell’immobile e quanto nell’arredo;
  2. Non ti fossilizzare su un’idea fissa, mantieni la mente aperta e l’occhio vigile, sfoglia riviste o cerca esempi in internet, esiste un ampio ventaglio di soluzioni che potrebbero essere migliori rispetto a quelle che avevi pensato;
  3. Chiedi consulenza ad un professionista, fatti consigliare su quale potrebbe essere la soluzione migliore per le tue esigenze, chiedigli di accompagnarti nelle visite alle case o nei cantieri, fagli fare una eventuale analisi dei costi;
  4. Dopo aver raccolto dati e informazioni, dopo aver fatto visite e sopralluoghi, chiesto consigli e consulenze, segui il tuo istinto, devi prendere delle decisioni importanti sul posto in cui andrai a vivere, prenditi il giusto tempo, non avere fretta, analizza le tutti gli elementi a tua disposizione e poi decidi;
  5. Lanciati, ormai dovresti aver tutto chiaro in testa, è il momento di comprare la tua nuova casa.

Ti ringrazio per aver letto fino alla fine, ti invito a guardare i miei social per avere altri preziosi suggerimenti e curiosità.

Se hai bisogno di aiuto o consulenze contattami, riceverai quanto prima una risposta.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.